Serietà e Professionalità nell'integrazione alimentare

MiCurΩ3

Che cos'è MiCurOmega3?

 

MiCurOmega3 è un integratore alimentare a base di mirtillo nero, curcuma, tè verde e acidi grassi della serie Omega-3 (DHA), ottenuti da olio algale della specie Schizochytrium, efficaci alleati per il mantenimento della normale funzione cognitiva, per contrastare la degenerazione maculare e i danni causati dallo stress ossidativo.

 

 

Quali sono i costituenti di MiCurOmega3 ?

 

Gli Acidi grassi della serie Omega-3 contribuscono al mantenimento della normale funzione cerebrale e della normale capacità visiva. I livelli di DHA favoriscono il normale mantenimento delle funzioni cognitive. L'Acido Docosaesaenoico (DHA) nel processo visivo è essenziale, poiché garantisce il normale funzionamento della rodopsina (proteina presente nella retina), conferendo così elasticità alle cellule della retina. Gli Omega-3 esercitano anche un'azione anti infiammatoria diretta, diminuendo il livello di citochine pro infiammatorie.

Il Mirtillo nero, ricco in polifenoli, esercita un'azione antiossidante e vasoprotettiva.
La capacità di mantenere un' ottimale funzionalità del sistema vascolare periferico permette di migliorare il flusso ematico a livello cerebrale, determinando un'azione protettiva nei confronti delle patologie neuro degenerative. Le antocianine in esso contenute favoriscono e aumentano la velocità di rigenerazione della porpora retinica, che è il pigmento della retina.

 

La Curcuma inibisce la formazione dei ROS (Specie Reattive all'Ossigeno) opponendosi alle vie di trasduzione del segnale coinvolte nell'infiammazione. È dunque molto utile per contrastare le infiammazioni collegate alla neuro degenerazione ma anche a  patologie come l'artrite reumatoide.

 

 

Indicazioni di MiCurOmega3

 

  • Peggioramento della prestazione neurocognitiva
  • Degenerazione maculare
  • Danni da stress ossidativo

 

 

Come si presenta MiCurOmega3 ?


MiCurOmega3 si presenta sotto forma di compresse.

 

La corretta conservazione dei medicinali, così come degli integratori, è fondamentale per mantenere inalterate le loro proprietà. Per questo motivo, per il confezionamento abbiamo optato per il blister con monodosi, nella convinzione che tale modalità garantisca al meglio che le caratteristiche quali-quantitative del nostro prodotto restino le medesime, dal momento della sua preparazione a quello della sua assunzione.
Il blister, infatti, rispetto ad altre soluzioni, garantisce:
- Protezione dagli agenti esterni (umidità, aria, atmosfere inquinanti, luce)
- Igiene (il prodotto non viene toccato fino al momento dell' assunzione)
- Autenticità del prodotto, tracciabilità di produzione e data di fabbricazione
- Compattezza e praticità del formato nel caso di spostamenti e/o viaggi

 

 

Informazioni Nutrizionali (per 3 cpr)

 

COMPONENTIQUANTITÀ IN MG
Omega 3 algale 750
CURCUMA es 95% in curcuminoidi  180
MIRTILLO es 25% in antociani 180
The verde es 30

 

 

Modalità d'uso: Si consiglia l'assunzione di 1-3 compresse al giorno con un abbondante bicchiere d'acqua.

Confezione da 20 compresse.

 

Avvertenze: Tenere fuori dalla portata dei bambini al di sotto dei tre anni. Non utilizzare in gravidanza e allattamento Non superare la dose giornaliera raccomandata. Gli integratori non vanno intesi come sostituti di una dieta varia ed equilibrata associata ad una attività sportiva.

 

Scarica il testo di ricerca realizzato in collaborazione con l'Università di Bologna

 

Nutrienti e Nutraceutici di interesse nella prevenzione della patologie neurodegenerative

 

 

Bibliografia

 

1. Albert CM, et al. 1998. Fish consuption and the risk of sudden cardiac death. JAMA. 279:23-8.

 

2. Angelie E, et al. 2001. Regional differences and metabolic changes in normal aging of the human brain: proton MR spectroscopic imaging study. AJNR Am. J. Neurodiol.22:119-27.

 

3. Arbuckle LD, et al. 1994. Formula 18:2(ω-6) and 18:3(ω-3) content and ratio influence longchainpolyunsatured fatty acidsin the developing piglet liver and central nervous system. J. Nutr.124:289-98

 

4. Baum, L. et al., 2008, Six-month randomized, placebo-controlled, double-blind, pilot clinical trial of curcumin in patients with Alzheimer disease.Journal of Clinical Psychopharmacology, 28, 110-113

 

5. Begum, AN., et al., 2008, Curcuminstructurefunction, bioavailability, and efficacy in models of neuroinflammation and Alzheimer's disease. Journal of Pharmacology and Experimental Therapeutics , 326, 196-208

 

6. Bianchi A. 2004. Omega-3 e evidence based medicine. Oltre il paradosso eschimese. Prog. In. Nutr. 6:146-49.

 

7. Choi JH, et al. 1995. Brain synaptosomalaging: free radicals and membrane fluidity. Free Radic. Biol. Med. 18:133-39.

 

8. Dairam, A. et al. 2007.Curcuminoids, curcumin, and demethoxycurcumin reduce lead-induced memory deficits in male Wistar rats.Journal of Agricultural and Food Chemistry, 55, 1039-1044

 

9. Delgado-Vargas F, et al. 2000. Natural pigments: carotenoids, anthocyanins and betalains—characteristics, biosynthesis, processing and stability. Crit Rev Food SciNutr 40, 173–289.

 

10. Feller SE, et al. 2005. Properties of docosahexaenoic-acid containing lipids and their influence on the function of rhodopsin. Cur. Op. Struct. Biol. 15:416–22.

 

11. Frautschy SA.et al. 2001. The curry spice curcumin reduces oxidative damage and amyloid pathology in an Alzheimer transgenic mouse. J. Neurosci.21, 8370–8377

 

12. Jeong SO, et al. 2009. Dimethoxycurcumin, a synthetic curcumin analogue, induces heme oxygenase-1 expression through Nrf2 activation in RAW264.7 macrophages.Journal of Clinical Biochemistry and Nutrition ,44, 79-84

 

13. Kiuchi F, et al. 1993. Nematocidal activity of turmeric: synergistic action of curcuminoids. Chemical and Pharmaceutical Bulletin , 41, 1640-1643

 

14. Morris MC, et al. 2003. Consumption of fish and n-3fatty acids and risk of incident Alzheimer disease. Arch. Neurol. 60:940–46.

 

15. Wang HM, et al. 2010. PPARgamma agonist curcumin reduces the amyloid-beta-stimulated inflammatory responses in primary astrocytes. Journal of Alzheimer's Disease, 20, 1189-1199

 

16. Zhang C, et al. 2010. Curcumin decreases amyloid-beta peptide levels by attenuating the maturation of amyloid-beta precursor protein.Journal of Biological Chemistry, 285, 28472-28480

 

17. Li Q, et al. 2009. Long-term green tea catechin administration prevents spatial learning and memory impairment in senescence-accelerated mouse prone-8 mice by decreasing            

      Abeta1–42 oligomers and upregulating synaptic plasticity-related proteins in the hippocampus. Neuroscience 163:741–749.

 

18. Rezai-Zadeh K, et al. 2005. Green tea epigallocatechin-3-gallate (EGCG) modulates amyloid precursor protein cleavage and reduces cerebral amyloidosis in Alzheimer transgenic mice.

      J. Neurosci.25:8807–8814.

 

19. Goyarzu P, et al. 2004. Blueberry supplemented diet: effects on object recognition memory and nuclear factor-kappa B levels in aged rats. Nutr. Neurosci. 7:75–83.

 

20. Williams CM, et al. 2008. Blueberry-induced changes in spatial working memory correlate with changes in hippocampal CREB phosphorylation and brain-derived neurotrophic factor (BDNF) levels. Free Radic. Biol. Med. 45:295–305.